M e t a - immagine d'intestazione
TESTI PREDISPOSTI Utilizzare questo menù per navigare dentro l'area.
Il differenziale semantico
Affidabilità
Istruzioni
Scheda straniero
Scheda memoria
Grafici
Questionario
Esempio di risposta al questionario

AFFIDABILITA' DEL DIFFERENZIALE SEMANTICO

1.
L'affidabilità è una delle fondamentali qualità che gli strumenti di osservazione dovrebbero possedere al più alto grado possibile: la capacità di misurare in modo preciso.
Tale capacità si esplica in due ambiti: la stabilità nel tempo e la coerenza interna.
La prima dimensione (stabilità nel tempo) riguarda la capacità dello strumento di riprodurre misure sostanzialmente uguali al variare delle operazioni di misura. Viene solitamente accertata tramite una riapplicazione dello strumento dopo un intervallo temporale la cui entità deve equilibrare due opposte esigenze: da una parte dev'essere sufficientemente ampio da annullare l'"effetto memoria" e dall'altra dev'essere sufficientemente breve da annullare l'"effetto apprendimento".
Entrambi gli effetti incrementerebbero artificialmente la misura della stabilità. La tecnica della riapplicazione viene tecnicamente definita "test-retest".
La seconda dimensione (coerenza interna) riguarda la proprietà dello strumento di indagare una variabile univoca. Viene tradizionalmente accertata tramite il calcolo di un coefficiente, noto come "alpha di Cron-bach", che esprime, in buona sostanza, quanto i singoli item che compongono lo strumento correlano tra di loro e con la misura totale.

2.
Il presente rapporto documenta il controllo effettuato sull'affidabilità come stabilità nel tempo del differenziale semantico utilizzato con alunni di otto classi di scuola elementare, dalla seconda alla quinta classe, nel periodo ottobre-novembre 2001.
La prova era finalizzata a comprendere il sistema di significati che gli alunni attribuivano a due vocaboli, "Straniero" e "Coraggio".
Gli attributi componenti la prova erano rappresentati da un elenco di 27 coppie di aggettivi polarizzati; la scala di valutazione comprendeva sette intervalli. Tra le due rilevazioni è intercorso un intervallo di tempo variabile tra una e tre settimane.

3.
In Tavola 1 e Tavola 2 sono riportati i risultati principali del test-retest relativo ai due vocaboli.
Le tabelle sono così organizzate:

Tavola 1 - Vocabolo straniero

Gli item sufficientemente stabili sono complessivamente 19 per il vocabolo "Straniero" e 16 per il vocabolo "Coraggio". Tuttavia, poiché il differenziale deve risultare affidabile per entrambi i vocaboli, gli item che risultano contemporaneamente stabili sono 11:

Ad essi possono essere aggiunti altri tre item, in ragione dell'elevata stabilità in un vocabolo e della comunque accettabile stabilità (p<0,01) nel secondo vocabolo:
04 Sporco-Pulito
16 Povero-Ricco
20 Disonesto-Onesto
Il complesso dei risultati è visualizzato graficamente nella Tavola 3.
Tavola 2 - Vocabolo coraggio

4.
La versione finale del differenziale, da utilizzare nella prova di uscita a completamento del percorso didattico, comprenderà dunque non più 27 coppie di aggettivi, bensì 14 coppie.
Il controllo effettuato, e il conseguente miglioramento dell'affidabilità dello strumento, consentirà di guardare con maggiore fiducia agli eventuali cambiamenti di significato che gli alunni attribuiscono ai due vocaboli - cambiamenti intercorsi tra osservazione iniziale (ottobre-novembre 2001) e osservazione finale (maggio 2002) - come effetto dei processi di insegnamento e apprendimento piuttosto che come effetto di uno strumento di rilevazione instabile.
È vero che dimezzamento delle coppie di aggettivi operato per mezzo del controllo "test-retest" restringe la rete di significati rilevata con il differenziale, ma tale sacrificio è largamente compensato dall'incremento della legittimità di attribuire i cambiamenti (effetto) agli interventi didattici ed educativi realizzati dagli insegnanti (causa).

Complesso dei risultati

RISALI LA PAGINA
Licenza Creative Commons
Realizzazione Archimatica It